Lazio-Inter 0-2

Calcio, Coppa Italia: INTER IN FINALE Eurosport | gio, mag 8, 23:01 All’Olimpico di Roma, i nerazzurri superano per 2-0 una buona Lazio dopo una gara molto nervosa (espulsi Mancini e Materazzi). Quarta finale di fila per l’Inter Un’Inter cinica strappa il biglietto per la finale di Coppa Italia (dove affronterà una tra Catania e Roma) grazie alla vittoria per … Continua a leggere

Vi racconto Gioann mio padre

 Lo sò il racconto è lungo, ma se avete dieci minuti, vi consiglio di leggerlo, perchè…..i perchè per me sono tanti e sono sicuro che ognuno di voi, leggendo, ne troverà uno o più di uno, Carlo   Cari amici di Repubblica, é davvero il caso di ringraziare pubblicamente tutti quelli che per Gianni Brera hanno scritto coccodrilli, articoli di … Continua a leggere

Parole intorno a un calice con Bruno Pizzul

D. E tu hai fiducia nella ripresa?R. Il calcio è uno sport che esiste da sempre. Se andiamo in qualsiasi prato di qualsiasi angolo di città ci sono bambini e adulti che calciano un pallone. In Italia è lo sport nazionale, quello che più di tutti anima gli spiriti sportivi. Sono sicuro che tutto tornerà alla regolarità dello sport, che … Continua a leggere

Parole intorno a un calice con Bruno Pizzul

D. Mentre degustiamo questo vino non posso non cedere alla tentazione di incrociarti qualche traversone sul mondo del calcio. Come hai cominciato questa tua avventura durata oltre 2000 telecronache da tutto il mondo?R. Ma un po’ al contrario di molti produttori di vino di oggi (si inizia con i paralleli n.d.a.) che spesso prima conoscono il vino da fuori per … Continua a leggere

Parole intorno a un calice con Bruno Pizzul

D. Bruno Pizzul, siamo qui davanti a un calice di un grande rosso toscano. Una bella serata stellata d’estate. Il vino c’è. Quanto è importante il vino nella nostra cultura secondo te? R. Fin da sempre il vino, in quanto prodotto tipico del nostro territorio, riveste un ruolo fondamentale. Dai racconti intorno a una bottiglia al calore di un camino … Continua a leggere

Parole intorno a un calice con Bruno Pizzul

Stasera, cari amici alterno il racconto del mondiale con questa parte di intervista dove il mondo del calcio e del vino si intrecciano, domani la seconda parte, Carlo “Settembre, il mese dell’inizio della vendemmia italiana. Sarà una buona annata? Chi lo può sapere ancora. Di sicuro sappiamo che l’impegno dei nostri produttori, o forse meglio dire dei produttori “nostrani”, sarà … Continua a leggere

Francia 1938

…Al  35′ un lungo e preciso lancio di Meazza pescò in area Colaussi, tagliando fuori tutta la difesa magiara; l’ala sinistra, resistendo alla carica dell’avversario diretto, segnò con un angolatissimo diagonale alla sinistra di Szabo: il primo tempo terminò con gli azzurri in vantaggio per 3-1. Al 25′ della ripresa, un cross di Titkos superò sia Foni che Rava, raggiungendo … Continua a leggere

Francia 1938

… Come abbiamo detto , il primo gol dell’Italia portò la firma di Colaussi: a coronamento di una manovra iniziata da Serantoni e proseguita  prima da Biavati e poi da Piola, l’ala sinistra  azzurra raccolse  al volo un lungo lancio del centravanti battendo il portiere Szabo con un tocco di piatto sinistro. Due minuti dopo, su un cross di destra, … Continua a leggere

Francia 1938

…Il 19 giugno a Parigi si affrontarono in finale schierando queste formazioni: ITALIA: Olivieri,Foni,Rava,Serantoni,Andreolo,Locatelli,Biavati,Meazza, Piola, Ferrari Colaussi. UNGHERIA:Szabo,Pulgar,Biro,Szalay,Szucs, Lazar,Sas,Vincze,Zsengeller, Titkos. Arbitrò l’incontro il francese Capdeville. A questo proposito, racconta Jules Rimet che il presidente Lebrun, presente in tribuna, dimostrando una conoscenza delle cose calcistiche ancor minore di quella di Mussolini, lo sbalordì, all’inizio della gara, con la buffa domanda: “Dove … Continua a leggere

Francia 1938

Ai Mondiali del 1938 l’Italia dovette fare i conti, oltre che con gli avversari, anche con un pesante “tifo-contro” del pubblico. Intendiamoci, i motivi c’erano: L’Italia del 1938 si era lasciata spavaldamente alle spalle le prudenti simpatie internazionali che ancora miracolosamente sopravvivevano quattro anni prima. L’attacco all’Etiopia, l’intervento militare in Spagna, l’amicizia sempre più salda con l’ormai sfrontata e aggressiva … Continua a leggere