IN…GIUSTIZIA E’ FATTA!

La Juventus ha pagato, l’Inter no: questa è la semplice verità su calciopoli da raccontare pu­re a un bambino. Quando si parla di sport bisogna essere semplici e soprattutto leali. Se qualcuno è in grado di spiegare con la stessa chiarezza ciò che ha deciso ieri il Consiglio federale guidato da Abete si faccia avanti. Dopo aver riletto la relazione conclu­siva ciò che emerge è soprattutto confusione. Un grosso papocchio riassumibile in un verdetto: in­competenti a decidere. Tali si sono dichiarati i mem­bri del Consiglio federale. Tutti tranne uno, più due astenuti. Vi risparmiamo le acrobazie linguistiche con le quali si è cercato di tappare la voragine aper­ta dalla relazione di Palazzi che, ricordiamolo, ha accusato l’Inter di aver infranto gli articoli 1 e 6 del codice di giustizia sportiva. Accuse ben più gravi (Juve a parte) di quelle riguardanti le altre società coinvolte: Milan, Fiorentina, Lazio e Reggina. Be­ne, tutte hanno pagato, tranne l’Inter. Per quale motivo? Per mancanza di un documento ufficiale, per prescrizione, per ciò che volete, ma andatelo a spiegare a quel bambino che desiderasse apprende­re le regole della giustizia sportiva. Non solo, ma all’Inter hanno anche assegnato uno scudetto a tavolino definendolo, per giunta, «lo scu­detto degli onesti». E questa decisione è ancora più imbarazzante da spiegare al solito bambino. Ieri pure il colpo di teatro con la lettera di Guido Rossi il quale torna a ripetere che di nulla la Figc commis­sariata si accorse riguardo all’Inter. Eppure Nuci­ni aveva parlato, Bergamo aveva confermato a Borrelli le telefonate con Facchetti e da Torino era­no state svelate quelle con Pairetto. Per non parla­re di Cipriani e dello scandalo Telecom già deflagra­to. Insomma quante distrazioni. Insistiamo sull’ar­gomento per puro amore di verità. Nessuna campa­gna contro qualcuno, ma per favore non chiamate questa giustizia. Non può una federazione uscita massacrata da cal­ciopoli partorire una simile non-decisione. Non può il nuovo governo di un calcio che non vigilò allora e non vigila adesso – alla luce del nuovo scandalo sulle scommesse – nascondersi dietro il parere del­l’esperto di turno. Qual è la politica e la progettua­lità di questa federazione che ha preso scoppole ovunque abbia presentato candidature europee (due volte)? E vogliamo parlare del richiamino ver­bale di Abete a Moratti sulla rinuncia alla prescri­zione? Quel famoso bambino, a questo punto, cam­bierebbe sport.

Per finire una riflessione:

Chi ha votato contro (1) e chi si è astenuto (2) ha dato una spiegazione.
Chi ha votato a favore (20) ha dato delle giustificazioni.
Sta tutto qui.

IN…GIUSTIZIA E’ FATTA!ultima modifica: 2011-07-19T20:23:19+02:00da sdylla1
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “IN…GIUSTIZIA E’ FATTA!

  1. Stamattina ho appreso con immenso piacere che l’amico Giorgio ha ripreso a pieno l’attività agonistica con una prestazione strabiliante…….peccato che voci di spogliatoi ( i soliti magligni) affermano che forse il tutto è dovuto a qualche aiutino (doping sì o doping no) hai posteri l’ardua sentenza. Comunque auguri di cuore Giorgio e spero che quest’anno tu vinca qualche partita.

Lascia un commento