Finale: – 5

Ecco le griglie da cui scaturiranno le formazioni per la finale:

 

Griglia A: Benedetti, Del Torto, Marasà, Masi, Pignatelli e Principe.

Griglia B: Bertini, Insogna, Regnini e Santinelli.

Griglia C: Bertaccini, Dell’Aquila, Perani e Tridenti

Portieri: Marazzato e Battistoni.

Il sorteggio sarà effettuato alle 19,30 prima della partita, presso il bar del Circolo Sportivo Zara.

Finale: – 5ultima modifica: 2010-06-02T00:35:27+02:00da sdylla1
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “Finale: – 5

  1. Interessante la creazione delle griglie, nonostante i rendimenti a dir poco altalenanti di alcuni della griglia A purtroppo devo constatare che si continua a fare le classifiche solo in base ai nomi…capisco che ci vogliono per attirare il pubblico alla partita ma una volta si abbia il coraggio di farle in base ale prestazioni in campo, anche la griglia B uno dovrebbe stare nella A e non c’è bisogno che dica il nome e retrocedere un altro nella B e non c’è bisogno che dica il nome, in conclusione il resto della B poteva stare benissimo nella C, i fondatori sono diventati i domestici del palazzo….mah…..spero che qualcuno abbia il coraggio di intromettersi nella discussione….o state troppo in alto nella griglia??!!

  2. Carlo stai bonino, altrimenti si crea anche una griglia D con i carboni accesi e brace pronta all’uso !!! io proprio non posso dire nulla, ho il RECORD delle sconfitte, spesso ho raccolto soliedarietà e complimenti, ma punti pochi.
    L’idea delle griglie non è male, forse è stata pensata non solo per i valori, ma anche per stabilire degli equilibri dopo il sorteggio comunque vada.
    Carlo, lascia che l’acqua del fiume vada verso il mare, e tutto si sistemerà, ora dopo questo tocco di poesia ti saluto , non prima di aver fatto gli AUGURI di un buon compleanno all’amico ALBERTO BERTINI, ciao, Giorgio.

  3. ma non posso che concordare invece con l’mico carlo. Mi domando queste griglie con che criteri vengano fatte?
    La classifica finale non dovrebbe forse premiare i calciatori per associazioni a griglie? beh se così fosse queste griglie devono essere riviste. é ora che qualcuno oltre al nome in campo metta anche i coglioni!!!! mica si può sempre vivere di rendita!!!!

  4. E se poi la partita finira’ in parita’ ?!!….qualcuno dovra’ chiedere
    scusa…..io no di certo perche’ trovo le griglie perfette…

  5. Bellissima l’espressione “domestici di palazzo”, riferita ai fondatori!!! Bravo Carlo ! Sei un …poeta!
    L’unica “ingiustizia” è quella di aver messo il quasi vincitore della classifica finale nella griglia B : il grande ALBERTO si meritava certo un posto migliore! (AUGURONI ANCHE DA PARTE MIA PER IL COMPLEANNO DI ALBERTO|! ) Ma ricordatevi la parabola..: gli ultimi saranno i primi ! La vendetta degli umili colpirà (alle gambe e allo stomaco) chi si era prima esaltato !
    Per i costitutori di griglia,comunque, un elogio per l’esposizione mediatica cui si sono sottoposti! MARKO

  6. Forse preso dall’enfasi di rispondere non sono stao ponderato come mio solito quindi rettifico la mia precedente esposizione.
    Capisco che per alcuni le griglie possono essere fattore di
    enfasi ( vedi Beppe ) e per altri di mortificazione ( vedi Carlo )
    e quindi faccio una proposta :
    Visto che per per giocare una partita c’e’ bisogno di due Capitani
    perche’ non facciamo scegliere, uno per uno come usava nel
    cortile, a coloro ?
    Vi domanderete allore chi possono essere costui ?
    La risposta sorge spontanea : Angelo e Carlo.

  7. Carlo, come vedi hai smosso un bel vespaio, ma io non vorrei andare oltre, anche perchè sia Nicola che Marko ci scherzano su divertendosi a provocare, anche se Nicola ieri sera a cena era infuriato e meravigliato per la tua contestazione.
    Invece trovo aspro ed eccessivo il commento di Antonio, non nuovo a questo tipo di atteggiamento.
    Forse mi sbaglio, è solo il suo modo di esprimersi, cosi deciso ma genuino, oppure veramente nota cose che non vanno, dato che ormai chi conduce i giuochi sono ben oltre 12 anni che tira fuori i coglioni, sopportando tutto e di più, quindi potrebbe anche essere logoro.
    Allora faccio una proposta : dalla prossima stagione si candidi a gestire lui la baracca, in toto si intende, compreso il Blog, chiaramente, dove sarà poi facile replicare.

  8. I due provocatori (Carlo e Antonio n.d.r.), hanno avuto un grande pregio e cioè quello di animare e rinvigorire queste pagine che ogni tanto vivono momenti di saporifera quiete. Devo ammettere che avevo messo nel conto reazioni e contraddittori circa la compilazione delle griglie. Così come con i voti dopo le partite, chi se ne assume la paternità sa di essere al centro di polemiche e critiche perchè è impossibile accontentare tutti. Ieri sera ero ospite degli amici del “Giovedì” e a tavola ho cercato di spiegare i criteri che mi hanno indotto a formulare quelle scelte. Sicuramente la posizione in classifica non è stato il parametro principale, perchè se così fosse stato, nella prima griglia avrebbero dovuto esserci, tra gli altri, Bertini, Tridenti e Bertaccini e, mi scusino gli amici citati, non mi pare abbiano qualità e requisiti tecnici per stare con i migliori. Detto questo, le scelte sono state pesate e vagliate con il bilancino tenendo conto, anche e sopratutto, che giocheremo nel campo grande a tanti di noi nei grandi spazi si …perdono alla ricerca della palla che non trovano quasi mai. Come auspicato da Nicola spero anch’io in un bel pareggio perchè sarebbe il coronamento di un buon lavoro; se così non sarà e dovesse risultare evidente una mia “cantonata”, come mio costume chiederò umilmente scusa.

  9. Caro giorgio è proprio vero sono spontaneo e genuino e nella mia esposizione non intendevo certo criticare chi da anni gestisce il blog e tutta la baracca, ma sicuramente voglio gettare un sassolino nello stagno facendo porre l’attenzione di tutti sul fatto che molto probabilmente ormai certi giocatori si stanno adagiando un pò sugli allori e campano come già detto di rendita per prestazioni che forse ora sono solo un bel ricordo, mentre altri che si, magari tecnicamente possono essere inferiori, ma mettono molto più cuore in campo non riescono a togliersi dai bassifondi della griglia. il mio intervento era anche perchè pensavo che ripetto ad altri anche tu compreso carlo meritaste miglior locazione, a dispetto di altri che non danno alla squadra quello che secondo me date voi. In più mi pare strano che chi è arrivato secondo nella classifica generale e fra i primi in quella dei marcatori sia relegato in seconda griglia. Quando parlo non uso mezze misure è vero, ma molti mi dicono che è anche un mio pregio e io li ringrazio, gli altri magari non sono abituati e non mi capiscono, però per come sono fatto preferirei avere davanti una persona che ti dice le cose come le pensa piuttosto che uno che ci gira intorno cercando il modo essere diplomatico rischiando però di non arrivare così al nocciolo della questione.
    Se non altro mi vanto altresì di non essere mai stato giudicato un falso. Forse una ventata di aria fresca e di novità da fastidio alla “cupola” si teme forse ad una perdita di credibiltà e così si cerca di imbavcagliare una voce libera?

  10. Devo dire onestamente che la mia era ed è stata una semplice provocazione per stuzzicarvi e per movimentare il blog; mi meraviglia che Nicola si sia infuriato e meravigliato per le mie parole, evidentemente non ne ha capito il tono e il senso , forse è sempre offuscato dalle celebrazioni interiste. Per quanto mi riguarda potete mettermi in qualsiasi griglia anche in quella della brace come dice Giorgio, per me è sufficiente stare bene e divertirmi quando vengo a giocare, altrimenti qualsiasi griglia non avrebbe senso. Ciao a tutti e buon fine settimana anche agli interisti.

  11. Caro Antonio, apprezzo e rispetto la tua risposta chiarificatrice, ti confido che anche io preferisco il vero, il sincero, anche se talvolta scomodo, al falso, mentre il diplomatico ha un’altro senso molto importante, quello di tenere in equilibrio un qualsiasi sistema ecc. ecc.
    C’è poi un’altro modo di vedere le cose, quello goliardico, ecco perchè alla fine l’utimo commento di Carlo è quello che preferisco in assoluto.

  12. è chiaro giorgio che anche il mio intervento era per dare un pò di pepe in attesa della finale, forse magari si è rotto il tappino del contenitore e ne è uscito più di una semplice manciatina…… solo che quando devo provocare lo faccio talmente bene che mi immedesimo troppo!!!!! Capisco che non mi conosci bene visto che comunque ci scambiamo 45 chiacchere il lunedì sera, però sono molto felice di far parte di questo gruppo e mi piacciono le persone che ne fanno parte, quindi non prendere troppo sul serio certe mie dichiarazioni che a volte sono come quelle di Sgarbi e servono solo per fare odiens.
    Felice fine settimana a tutti, ma ancor di più a chi come me dovrà lavorare!!!!

  13. E comunque ci stavo riflettendo:
    è la seconda volta che innesco un polverone solo per puro divertimento, anche perchè nel momento stesso che scrivo sghignazzo a crepapelle immaginando le facce dei miei lettori, e
    invece mi becco certi cazziatoni che la metà basta, perchè mi si prende troppo sul serio!!!!
    In conclusione mi sa che ho sbagliato mestiere, perchè se sono così bravo a dare da bere tante stupidaggini, era meglio se entravo in politica, destra o sinistra oggigiorno mi sa che non fa tanta differenza!!!!!
    Pace e bene 🙂

  14. E allora Antonio diciamola…. tutta!!! L’idea ci è venuta ieri mattina al tuo bar; il blog nonostante la provocazione delle griglie languiva e ti ho chiesto di fare un intervento di rottura; ma non pensavo mai così devastante!!!!
    Carissimi amici scusate questo bluff, ma le risposte e il dibattito che ne è scaturito è la prova provata di quanto tutti noi siamo legati al gruppo ed alla partita del lunedì; per quanto mi riguarda il primo pensiero il lunedì sera quando torno a casa, che abbia giocato o meno non ha nessunissima importanza, è che c’è da passare un’altra lunghissima settimana; poi arriva magicamente il lunedì mattina e sono lì a contare le ore fino alle fatidiche ore 20,00. E’ vero altresì che comunque termini come “cupola” o come “imbavagliare una voce libera” non rappresentano usi e costumi dei fondatori del gruppo o dei “domestici del palazzo” come li chiama Carlo; Marco, Marko, Giorgio, Carlo, Paolo e il sottoscritto siamo sempre lì al pezzo pronti a difendere quello che abbiamo creato dodici anni fa e che accogliamo e continuiamo ad accogliere amici che condividono con noi i principi di amicizia e di sana competizione; a volte diamo l’impressione (in particolar modo io) di essere decisionisti o settari, ma difendiamo con i denti questo “giochino” che col passare del tempo ci appassiona sempre più. Guai ad abbassare la guardia, sarebbe l’inizio della fine.

Lascia un commento