Gli Yellows strapazzano gli Oranges

YELLOWS: BATTISTONI, TRIDENTI (2), BERTINI (3), MASI (2), PRINCIPE.

ORANGES: MARAZZATO, DELL’AQUILA (2), BERTACCINI, MARASA’, PIGNATELLI.

Partita senza storia quella di lunedì sera, gli Yellows dominano in lungo e in largo il campo lasciando solo nei primi minuti una flebile speranza di essere in gara agli Oranges. 

Negli Yellows : Battistoni: sempre pronto e attento: 7; sapiente la regia di Masi sia in difesa che in attacco e autore di 2 goal merita senz’altro un 7; Bertini sempre attento in difesa sa sfruttare anche le occasioni davanti realizzando tre goal:7, Tridenti da due lunedì in buona forma atletica e cresciuto grazie agli esempi in squadra anche tatticamente e tecnicamente anche stasera due goal:7, Principe: qui un discorso a parte dividerei i voti: 8 per le invenzioni tattiche, 5 per la prontezza fisica e un altro 8 per la simpatia nel dopopartita, la media la fate voi.

Negli Oranges: Parlerei solo di Dell’Aquila Angelo, che oltre a realizzare due bellissimi goal, dà tutto in forza agonistica e nel credere di stare in partita :8, gli altri purtroppo ….è desolazione, stanchezza, mancanza di idee e scarsa convinzione….un generale 4

Gli Yellows strapazzano gli Orangesultima modifica: 2010-02-16T13:11:29+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “Gli Yellows strapazzano gli Oranges

  1. Ovviamente gli apprezzamenti personali fanno sempre piacere, ma non sarei tanto critico con gli Oranges; Marasà da qualche tempo soffre di un risentimento alle caviglie, Bertaccini dopo una settimana parigina ha corso comunque ed ha sfiorato il gol in più d’una occasione, Pignatelli probabilmente non ha dato quello che sicuramente può dare e sicuramente Marazzato poteva evitare qulache gol. Indubbiamente dalla metà in poi non c’è stata partita, ma obiettivamente nemmeno un miracolo ci avrebbe fatto vincere, troppa differenza e se poi i cosidetti gregari fanno più di metà dei gol, ecco spiegato il risultato. Lunedì prossimo saremo gli stessi, speriamo in un sorteggio più equlibrato, altrimenti sarà l’occasione per un pronto riscatto.

  2. GRAZIE CARLO,
    stavolta hai azzeccato tutto anche se sei stato generoso con qualcuno……vedi Masi…autore di piu’ di un errore !!!

  3. Sento il dovere di intervenire,prima di tutto per ringraziare Carlo che come al solito ha fatto un ottimo commento e poi per suggerire di non fare il sorteggio.La prossima settimana potremo scendere in campo con formazioni stabilite a tavolino,per garantire un maggior equilibrio.Se la proposta è da cestinare nessun problema,le palline saranno accettate come sempre.

  4. Mah questa proposta, anche se il mio parere vale meno del 2 di picche quando briscola è fiori, in tutta onestà la scarterei, fino ad ora abbiamo sempre fatto i sorteggi, basta farli con criterio nel senso abbinare i pari valore a due squadre avverse. Però mi rimetto alla decisione dei più “anziani”

  5. Noto con piacere che da un po’ di tempo gli interventi sul blog
    sono pacati, rispettosi e propositivi……bravi ” gregari “.

  6. Chiedo venia, in tutta la mia insignificanza, mi domando… ma autocelebrarsi non è forse sintomo della mancanza di altrui celebrazione?

  7. Ho atteso fino ad ora sperando che altri esprimessero una opinione in proposito, ma ciò non è avvenuto e quindi sono in credito di una risposta ad Aberto che con molto garbo ha posto un problema ed avanzato una proposta: “La prossima settimana potremo scendere in campo con formazioni stabilite a tavolino,per garantire un maggior equilibrio”. Ritengo che il sorteggio pilotato, tranne in pochi casi, sia il metodo che garantisce l’equilibrio migliore, basta infatti rileggere tutti i risultati e ci accorgiamo che poche partite sono terminate con più di due gol di scarto; certo nel caso in cui le formazioni non sono equilibratissime e i componenti della squadra sulla carta più debole ad un certo punto non corrono, non tornano ecc…, allora si che finisce in debacle. Ma al contrario abbiamo assistito a partite con formazioni squilibrate che hanno visto vincere quelli non favoriti perchè come sostengo da sempre, in tutti campi dello sport il più forte vince sempre sul più debole, ma può succedere una volta che ciò non accada a patto che il più debole faccia la partita della vita. E allora parliamo di aria fritta, basta sempre impegnarsi anche a dispetto dell’evidente superiorità di questa o quell’altra formazione.Detto questo però non solo la proposta di Aberto non è da cestinare, ma io addirittura rilancio e propongo che le formazioni vengano stilate a turno da ognuno di noi e che se la partita finisce in parità o con non più di un gol di scarto, l’autore delle formazioni riceva un bonus di due punti (parità) o di un punto (scarto di un gol) che può utilizzare a suo piacimento in una delle classifiche previste. Dato il poco tempo a disposizione, lunedì prossimo continueremo con il sorteggio e da lunedì 1 marzo se ci sarà interesse a cambiare attueremo le nuove regole.

  8. Bravo Angelo ! Devo ammettere che aspettavo il tuo intervento . Le tue considerazioni le condivido in pieno,devo aggiungere che non utilizzando il sorteggio,non si escludono titoli come “gli yellows strapazzano gli oranges” e questo è il bello .

  9. E’ da tempo che per motivi vari non scrivo sul blog, e me ne scuso, ma l’argomento attuale mi stuzzica, quindi vi butto la questa massima, non è farina del mio sacco, ma la condivido in pieno : mentre il risultato può essere occasionale, il bel gioco no !!!
    Se poi qualcuno mi dirà chi ha detto questo, un grande nel mondo del calcio, avrà un caffè pagato.

Lascia un commento