Notizia sconfortante

Leggetevi questa notizia inviatami da un amica …..dove siamo arrivati, Carlo

frizzetto-winx.jpgIeri mi sono imbattuta in questa bella novità (almeno per me): lo spumante per bambini! Evviva! Ne sentivamo veramente il bisogno… Devo ammettere che l’idea non è male, gli esperti del marketing che si sono inventati questa cosa hanno meritato il loro stipendio. I bambini non si sentiranno esclusi dai brindisi degli adulti e si abitueranno sin da piccoli a stappare una bottiglia in occasione delle feste, gli esperti di marketing ottengono così un doppio risultato: bambini felici e fidelizzati! La cosa che però mi fa più schifo sono gli ingredienti (non ho resistito, ho strappato l’etichetta e me la sono portata a casa…) che adesso vi elencherò approfondendo i loro possibili effetti collaterali (tumori, allergie etc etc).

Etichetta dello spumante per bambini Winx Club Party

*”Bibita frizzante al gusto fragola, adatta a tutte le feste dei ragazzi”.*

Ingredienti: acqua, zucchero, anidride carbonica, correttore di acidità:E330, aromi naturali, edulcoranti: E950, E952, E954, conservanti: E202, E211, coloranti: E122, E131. Contiene una fonte di fenilanalina. Servire freddo.Senz’alcol.

Vediamo adesso cosa si nasconde dietro tutte queste sigle.

_E330: Acido citrico_. Non dovrebbe essere tossico o cancerogeno.

_E950: Acesulfame potassico_. Edulcorante artificiale. Per molti cibi il suo uso non è stato approvato; The Center for Science in the Public Interest (CSPI) include questo dolcificante nella lista dei dieci peggiori additivi alimentari. Causa il cancro negli animali da esperimento e aumenta il rischio di tumore nell’uomo.

_E952: Acido ciclamico_. Edulcorante artificiale. Noto per causare emicrania e altre reazioni, può essere cancerogeno, ha causto danni ai testicoli delle cavie da esperimento. _Vietato negli USA e nella Gran Bretagna a causa del forte rischio di cancro_!

E954: Saccarina. Dolcificante artificiale. Fin dalla sua introduzione la saccarina è stata al centro di preoccupazioni sulla sua potenziale nocività. Durante gli anni ’60 diversi studi hanno suggerito che la saccarina fosse un cancerogeno per gli animali. Da allora molti studi sono stati condotti sulla saccarina, con risultati controversi; lo studio del 1977 è stato criticato per via delle altissime dosi di saccarina date ai ratti, un valore ritenuto assolutamente irrealistico per un normale consumatore. La saccarina, infatti,si comporta come sostanza cancerogena se ingerita nella quantità di 4g/Kg in dose unica mentre le concentrazioni di tale dolcificante negli alimenti è nell’ordine de milligrammi. Finora nessuno studio ha evidenziato pericoli per l’uomo, alle dosi normalmente utilizzate.

_E202: Sorbato di Potassio_. Conservante. Non ci sono reazioni avverse conosciute.

_E211: Benzoato di Sodio_. Usato come conservante come ingannatore dei sapori (per i cibi di scarsa qualità). Causa orticaria e aggrava l’asma!

_E122: Cocciniglia_. Colorante di sintesi. Può causare reazioni gravi ai soggetti asmatici e/o allergici all’aspirina. _Vietato in Svezia, USA, Austria e Norvegia._

_E131 Blu patent V_ (colorante). _Vietato in Australia, USA e Norvegia_.

_Fenilanalina_. Aminoacido essenziale. Nel caso di soggetti affetti da una malattia denominata fenilchetonuria, può determinare problemi neurologici.

Considerazioni e conclusioni

Quale è il senso? Spiegatemelo per favore! I bambini sono attratti dalla bottiglia colorata che riporta l’immagine delle loro ‘eroine’ e quindi non bastava mettere un po’ di acqua, zucchero, andiride carbonica e estratto di fragola? Che vi hanno fatto di male i nostri bambini? Provo a spiegarvi una cosa cari produttori e ideatori di queste schifezze: non è intelligente far ammalare i bambini perchè altrimenti chi li compra i vostri prodotti??? VERGOGNATEVI! Spero con questo articolo di aver prodotto un po’ di sana indignazione e vi chiedo di esternarla nei commenti e di diffondere l’informazione più che potete.

Notizia sconfortanteultima modifica: 2008-11-20T14:41:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento