Calcetto oppure calcio a sette?

1092641724.jpgCari amici da qualche settimana al Circolo Zara è stato ultimato un magnifico campo di calcio a sette. Com’era prevedibile la visione di quell’enorme distesa verde sta facendo venire la voglia di fare il grande passo. Ci sarà sicuramente occasione le prossime settimane di approfondire meglio l’argomento, però non sarebbe male che già su queste pagine ci si cominciasse ad esprimere, anche perchè qualcuno di voi non rimane a cena (che è il luogo dove naturalmente si parla e si discute) ed invece è bene che tutti espnessero il proprio punto di vista. L’eventuale impegno non è trascurabile, ci vorrà da parte di tutti un maggior coinvolgimento, quanto meno nel garantire maggiore presenza rispetto a prima. Passare da dieci persone a quattordici è un bel salto e ci vorrà una rosa ampia di persone a disposizione.

Tutto ciò avviene in concomitanza di una riflessione che sta avvenendo in questo frangente all’interno del gruppo del giovedì sull’eventualità o meno di continuare quell’impegno. Questa situazione permetterebbe di allargare il gruppo del lunedì che potrebbe gestire con una certa tranquillità l’impegno del calcio a sette.

Ecco così è lo stato dell’arte attuale della situazione, vi invito a dare il vostro contributo e le vostre motivazioni.

Angelo.

Calcetto oppure calcio a sette?ultima modifica: 2008-08-21T02:29:51+02:00da sdylla1
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Calcetto oppure calcio a sette?

  1. Francamente sarei per mantenere il calcio a 5, secondo me è più divertente rispetto a quello a sette dove ciascuno è meno coinvolto e ci sono pause diverse da quello a 5, si potrebbe giocare a 7 una tantum. Il fatto di coinvolgere quelli del giovedì la vedo rischiosa, perchè , è un mio pensiero personale, non sono molto affidabili dal punto di vista della continuità e della presenza, per cui si rischierebbe di cambiare un modo di giocare e di ritrovarsi poi senza numeri a sufficienza

  2. IO DIREI DI COMINCIARE 1 VOLTA AL MESE E VEDERE SE LA COSA FUNZIONA.

    ANGELO IO RIENTRO IL 15 SETTEMBRE PERCHE IL POLPACCIO MI FA SEMPRE MALE E POI LA SETTIMANA 8-14 SETTEMBRE NON CI SONO.

  3. PERSONALMENTE IL CALCIO A SETTE LO PREFERISCO. CONSIDERANDO POI L’EVENTUALE STOP DEL GRUPPO DEL GIOVEDI, IL PROBLEMA DELLE PRESENZE PER ARRIVARE A 14 TITOLARI, NON CREDO CI SIA. POTETE COMUNQUE FARE SICURO AFFIDAMENTO PER LA MIA DISPONIBILITA’ VISTO CHE IL PROBLEMA CHE AVEVO AL TENDINE D’ACHILLE SEMBRA FINALMENTE RISOLTO.

  4. Cari amici, obbiettivamente mi aspettavo una maggiore partecipazione su questo argomento, saranno le ferie? Non mi sembra perchè quasi tutti hanno la possibilità di collegarsi da casa. I primi timidi interventi però mi pare che perorino la causa del mantenimento del calcetto. In un certo senso è comprensibile in quanto c’è la preoccupazione di lasciare il certo per l’incerto e devo confessare che questo dubbio è anche il mio. Per quanto riguarda le mie titubanze, esse derivano da due aspetti, uno tecnico ed uno logistico. Tecnico: saremo in grado di mantenere quell’ottimo livello di gioco che abbiamo raggiunto dalle origini ad oggi? Gente limitata tecnicamente (io per primo) che tipo di problemi incontrerà con un campo più grande, dove si dovranno compiere gesti finora inusuali, la corsa, il colpo di testa, il cross, il tiro da fuori area…? Logistico: giocando a sette o a otto come suggerisce qualcuno, abbiamo sicuramente minore possibilità di ricambio per far fronte alle assenze che ricordo a tutti nella stagione appena conclusa, tranne Carlo sempre presente e Giorgio con due assenze tutti gli altri hanno chi pù chi meno hanno registrato un alto numero di defezioni: Marco un mese, Michele, Marcello e Alberto un mese e mezzo, Angelo quasi tre mesi, Marko, Nicola e Paolo quasi quattro mesi. Alla luce di questi due aspetti ritengo pertanto saggia l’ipotesi avanzata da Marcello di cominciare in via sperimentale a provare a giocare una volta al mese a sette/otto (istituzionalizzando l’evento al primo lunedì del mese verificando la disponibilità del campo), come peraltro era emerso durante l’estate fra i tanti pour parler avuti con molti di voi. Se non fosse possibile questo tipo di soluzione nulla ci impedisce di organizzare una partita una tantum.

  5. Dopo la chiaccherata fatta sotto l’ombrellone, e sentito i commenti di qualcuno, io ( e qualcun’altro sarebbe d’accordo) sarei dell’idea di continuare il lunedì a calcetto e qualche volta organizzare la partita a sette il giovedì sempre sperando che nicola continui ad organizzare il calcetto sempre il giovedì magari cercando tutti di prendere l’impegno un po’ più seriamente come viene fatto il lunedì e non far fare ottocento telefonate al povero nicola per trovare 10 giocatori.
    Questa è la traduzione per nicola:

    După ce a făcut de chat sub umbrela, si a auzit comentarii de cineva, eu (şi ar fi de acord ca altcineva) ar fi convins să continue luni în fotbal şi, uneori, să organizeze jocul la şapte intotdeauna joia, în speranţa că Nicola continua să organizeze fotbal întotdeauna joia, probabil încercând să ia toate angajamentul un pic “mai serios ca acesta a fost făcut în zilele de luni şi să nu se face opt sute de telefon apelurile la săraci, pentru a găsi Nicola 10 jucãtori

  6. Volevo anzi tutto rammentare a Carlo che il 50% dei giocatori del giovedì (escluso i portieri) gioca il lunedì, quindi se non arriviamo al n. il giovedì, è perchè alcuni non riescono a fare due partite o perchè il giovedì è un giorno sfortunato.
    Per il calcio a 7, egoisticamente parlando, per me è indifferente basta ritrovarsi un giorno a settimana per una sgambata, pertanto accetto qualsiasi decisione.
    saluti a tutti.

  7. Di gran lunga meglio il calcio a 7, perchè le giocate, gli schemi, contropiedi ecc… ci riportano più vicino al nostro amato calcio. Noi abbiamo sempre sognato di diventare calciatori di calcio a 11 il calcetto lascia poco o niente allo spettacolo essendo il terreno e le porte più ristretti.

Lascia un commento